Care lettrici e cari lettori di Chorus,

In questi giorni di fermo forzato, in cui ci riappropriamo a fatica del tempo a nostra disposizione, di una sua sana percezione ed utilizzo, noi della redazione stiamo immaginando forme alternative per continuare a rimanere stretti a contatto con voi. Perché, anche se porgiamo il giusto ossequio alle difficoltà del momento, non dobbiamo rinunciare alla bellezza. Con la chiusura di tutti i luoghi di aggregazione sociale e culturale, il nostro mestiere di informatori è stato colpito nel vivo della sua essenza; ma la nostra esperienza di musicisti, e dunque di intrattenitori, è molto più difficile da ostacolare. Questa soprattutto chiamiamo in nostro soccorso nei giorni di quarantena e grazie a questa abbiamo immaginato nuove rubriche “da compagnia”: Hausmusik, che vi vede in prima linea coi vostri scritti e i vostri pensieri, e Parole Suonate, che vi raggiunge fin dentro casa, in barba a decreti e restrizioni.

A questa aggiungeremo Sounds of Silence: proposte di ascolto con brani di ogni epoca, autore, durata e genere, accompagnate da brevi ma puntuali guide a cura dei nostri redattori, il tutto pubblicato nei giorni pari della settimana sulla nostra pagina facebook.

Un ulteriore piccolo spunto, quindi, per interpretare questo insolito momento come un’occasione per conoscere, approfondire e condividere. E chissà che questa buona pratica non diventi così irrinunciabile alle nostre giornate da volerla innestare anche nella normalità, quando torneremo a uscire dalle nostre case e a riprendere il nostro posto nel mondo.

La Redazione di Chorus Note dal Martini